Le zone sismiche di Italia per ogni Comune

terremotoPer evitare tragedie come quella avvenuta in Abruzzo (e prima ancora in Umbria, Irpinia, Friuli, etc) è meglio che ognuno di noi sappia in che zona sismica abita.

La Protezione Civile ha infatti reso disponibile la statistica delle zone sismiche stilata nel 2005 (non è vecchia, le zone sismiche sono stabili sul territorio italiano).

L’elenco comprende circa 8100 comuni (l’elenco è quasi completo) e per ogni comune indica il livello sismico relativo.

Il livello sismico può essere di 4 tipi:

  • Zona 1 – E’ la zona più pericolosa, dove possono verificarsi forti terremoti. Comprende 725 comuni.
  • Zona 2 – Nei comuni inseriti in questa zona possono verificarsi terremoti abbastanza forti. Comprende 2.344 comuni
  • Zona 3 – I Comuni interessati in questa zona possono essere soggetti a scuotimenti modesti. Comprende 1.544 comuni.
  • Zona 4 – E’ la meno pericolosa. Nei comuni inseriti in questa zona le possibilità di danni sismici sono basse. Comprende 3.488 comuni.

Facendo un rapido calcolo si può sibito capire che poco meno del 10% dei comuni è a grave richio simisco, ed un altro 25% è posizionato in zone relativamente pericolose.

L’Italia ha un territorio a grave rischio sismico dal nord al sud, quindi, almeno per essere informati, controllate il vostro comune a che livello di rischio appartiene quindi controllate le zone sismiche di Italia per Comune.

abspace.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *