Lettera al Re del Pop Michael Jackson

Caro Mickelino, così ti ho sempre chiamato in amicizia.

Ricordo quando entrasti per la prima volta nella mia vita all’età di 7 anni col album più venduto nella storia della musica, già allora ero una “bad_girl” e amavo i film di zombi. Chiaramente sto parlando di Thriller e devo confessarti che eri proprio bello e avevi uno sguardo magnetico!

Poi ci stupisti col tuo We Are the World, dove si capiva che sotto a quell’apparenza anarchica e ribelle in fondo si nascondeva un cuore tenero. E dobbiamo proprio dirlo che tu “bad” non lo sei stato mai, nonostante si sia speculato molto su di te e sulla tua malattia che ti rendeva ogni giorno la pelle più chiara.

Ancora oggi, dopo la tua morte, ci sono persone che non sanno quanto tu abbia sofferto per la tua malattia alla pelle. Proprio ieri leggevo sul forum di yahoo il commento di una ragazza che parlava male di te e di come “tu volevi diventare bianco”; avrei voluto rispondergli, ma sicuramente il mio messaggio sarebbe stato oscurato e mi avrebbero bannata, come mi è successo in Wikipedia, quando mi sono arrabbiata per persone che manipolano l’informazione senza prove concrete.

Ma forse tutto questo non ti tocca più e molto probabilmente ora starai ballando assieme a qualche zombi alla faccia nostra.

Ciao Mickelino, ti saluta una tua fan, ci vediamo al cimitero per una ballata, rideremo a squarciagola delle male lingue e balleremo sino all’alba.

2 Comments

  1. umby 7 Luglio 2009
  2. bad_girl 7 Luglio 2009

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *