Lettera aperta ad un parlamentare qualsiasi

Lettera aperta ad un parlamentare qualsiasi. Caro Parlamentare, le scrivo questa lettera perchè oramai non si può più tacere.

Le scrivo questa lettera perchè, in un modo o nell’ altro, intendo manifestare tutta la mia frustrazione, il mio disappunto e il mio scoramento per una politica nazionale che sta toccando livelli infimi, ridicoli.

Le scrivo questa lettera perchè non posso accettare che l’ Italia, la mia nazione, la nostra nazione, sia al centro delle barzellette di tutta l’ Europa.

Le scrivo questa lettera perchè così, in questo modo, non si può più andare avanti.

Quotidianamente assisto a memorabili liti tra voi Legislatori attraverso giornali, telegiornali e siti  internet. Destra contro sinistra, l’ uno contro l’ altro, tutti contro tutti. Un giorno sento deputati che sparano sentenze senza pietà, che giudicano senza nemmeno sapere cosa e perchè, che si atteggiano a paladini della giustizia (salvo poi risultare collusi con la mafia). Il giorno dopo, puntualmente, sento le stesse persone che sostengono tesi opposte a quelle del dì addietro.

A tal proposito, vorrei porvi una domanda: dall’ alto della vostra carica  e della vostra posizione, voi parlamentari, non vi interrogate mai su quello che noi ( il volgo assai rozzo) pensiamo di voi? Non vi importa proprio nulla dell’ idea che l’ italiano medio si costruisce rispetto alla vostra persona?

Io parlo da ragazzo, da studente di liceo che non ha nemmeno trovato il proprio partito nè il proprio credo politico. E proprio per questo parlo spassionatamente. Personalmente, non ho intenzione di indagare sulle colpe della destra, su quelle della sinistra o di chicchessia.

L’unico mio intento, è quello di farvi capire che voi state uccidendo una nazione. E non intendo solamente il mero lato economico, che (e questo la dice lunga sulla attuale situazione) è forse il minore dei mali.

Io vorrei solo provare a farvi capire che voi state rovinando un popolo. Vi state prendendo gioco di tutti noi, così stupidi da scannarci a vicenda incolpandoci l’ un l’ altro per i problemi economici e sociali nei quali l’ Italia imperversa.

Io sono disilluso e privo di speranze per il futuro, un futuro che voi avete distrutto senza pietà e senza remore, considerando il fatto che durante il nostro futuro voi avrete le tasche piene di soldi ed una ricca pensione parlamentare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *