Libia, frenata degli Usa su un intervento militare

La Nato ed i suoi alleati stanno progettando ormai l’idea di inviare in Libia aerei da guerra e consegnare armi ai ribelli per porre fine alla dittatura di Gheddafi, che nonostante ciò resiste.

Ma nelle ultime ore c’è stato una brusca frenata da parte degli Stati Uniti e di Obama che hanno sì condannato fermamente le violenze  e la repressione, ma sembra essere più cauto sull’idea di un intervento militare nella nazione africana.

Intanto un vertice straordinario Ue dedicato alla crisi libica e nei Paesi del Nord Africa potrebbe tenersi a Bruxelles l’11 marzo, ma la notizia è tutta da confermare.

La situazione in Libia è però sempre più calda, e fonti dicono che ci sono circa 60000 profughi al confine con la Tunisia, pronti a lasciare il paese mentre altri 80000 sarebbero già fuggiti dalla nazione.

Si rischia così di creare un lungo pellegrinaggio verso le nazioni vicine che non sono preparate a questo tipo di evenienza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *