Libia: Gheddafi vuole negoziare

Appare sempre più difficile la cattura di Muammar Gheddafi, se non altro perchè non si sa con molta precisione dove si possa trovare (o forse l’intelligence americana lo sa e non vuole divulgarlo all’opinione pubblica).

Fatto sta che l’ex leader libico, ormai da considerare decaduto, per bocca del suo portavoce fa sapere che sarebbe disposto a trattare. Sarebbe infatti propenso a garantire un nuovo governo alla Libia, dopo una transizione pacifica.

Il negoziatore sarebbe il figlio Saadi al Gheddafi. I ribelli rifiutano categoricamente, poichè ritengono che prima Gheddafi si debba arrendere.

Ma, dopo tutti i guai che ha causato alla Libia, tutte le fosse comuni ultimamente scoperte e dopo che è accerchiato, cosa vuole negoziare? Che potere di negoziazione può avere un uomo che ha l’intera diplomazia mondiale contro, oltre al suo stesso popolo?

Forse è solo l’ultima carta che il rais gioca per salvare la sua vita e magari anche quella dei suoi figli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *