Libia spara su un peschereccio italiano

Gli spari ad un peschereccio italiano rischiano di incrinare i rapporti tra Italia e Libia. L’episodio increscioso genera ulteriori polemiche sull’accordo con Gheddafi per il controllo dell’immigrazione.

E’ infatti accaduto che una delle motovedette libiche regalate da Roma ha sparato colpi di mitraglia su un peschereccio di Mazara del Vallo. L’incidente è per fortuna senza conseguenze. Sull’episodio indagano ora il Viminale, la procura di Agrigento e anche le autorità libiche.

Nel frattempo Il Comandante Generale della Guardia Costiera libica ha espresso le sue scuse alle autorità italiane per l’accaduto.

L’attacco è avvenuto domenica sera, quando il peschereccio con a bordo 10 persone si trovava nel Golfo della Sirte, a una trentina di miglia da Al Zawara.

Il problema riguarda anche il diritto internazionale infatti la Libia continua a considerare le acque poste oltre le 12 miglia marine, quindi oltre le acque territoriali, di sua esclusiva competenza a dispetto di quanto stabilito dalla legge e rivendica la propria giurisdizione sull’intero specchio del Golfo della Sirte

Sembrerebbe quindi rientrato l’allarme ma si ritorna ancora a discutere sulla modalità con cui è stato stipulato l’accordo tra Libia e Italia e sul modo con cui è stato accolto Gheddafi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *