L’Inter si ferma a Catania. Si riapre il campionato

Il calcio e’ bello perche’ niente e’ scritto o scontato o prevedibile.

Sulla carta Catania Inter era partita, che doveva avere un unico esito, invece si e’ assistiti ad una prova maiuscola da parte dei siciliani, i quali hanno vinto tre a uno ridimensionando fortemente la squadra dominatrice del calcio italiano degli ultimi anni. Segnale, questo, non proprio confortante in ottica Champios League alla vigilia della sfida tra i nerazzurri e il Chelsea di Martedi prossimo.

Certo l’Inter vista ieri sera al Cibali non e’ la migliore possibile, poiche’ molti suoi elementi dimostrano di essere stanchi per cui certi automatismi, specialmente difensivi, sono inceppati e la squadra va in tilt.

Il Catania ha cambiato faccia da quando e’ iniziata la gestione Mihajlovic, il quale ha inanellato 22 punti in 13 gare portando la sua squadra in posizioni di classifica piu’ tranquille. Ieri sera il tecnico slavo, ex interista, ha azzeccato tutte le mosse tattiche: Ricchiuti e Mascara sulla sinista e Izco e Martinez sulla destra hanno aggredito il centrocampo interista; la marcatura a uomo di Biagianti su Sneijder ha inaridito le idee offensive avversarie. Perfette sono state le continue sovrapposizioni dei centrocampisti e continui i rientri difensivi degli attaccanti.

Poco ha potuto fare Mourinho per ovviare alla precarieta’ fisica di molti suoi uomini e pur schierando una squadra iperoffensiva con tre punte e due trequartisti ha dovuto vedere i suoi soccombere.

Ha messo molto di suo per contribuire alla sconfitta della sua squadra Muntari, il quale entrato per sostituire Cambiasso, si e’ fatto espellere nel giro di sessanta secondi. Gli sviluppi del campionato, a questo punto, sono tutti possibili:Il vantaggio sulle squadre avversarie si e’, notevolmente, diminuito per cui e’ possibile che Milan e Roma si avvicinino pericolosamente.

Sulle sorti future dei nerazzurri molto incidera’ la partita di Champions League con il Chelsea. In caso di vittoria si potrebbe catalogare la partita di ieri sera come un episodio in un cammino esaltante tutto da affrontare, in caso di sconfittta potrebbe esplodere una crisi devastante.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *