L’Inter sprofonda: il Novara di Mondonico stupisce San Siro

L’Inter è ormai in crisi. Dopo la batosta subita a Roma (4-0 dalla squadra allenata da Luis Enrique), arriva anche la sorprendente sconfitta casalinga contro il Novara per 1-0 (euro-goal di Andrea Caracciolo).

E pensare che già all’andata la squadra neo-promossa in Serie A (con Tesser in panchina) aveva sconfitto i nerazzurri, all’epoca allenati da Gasperini (esonerato poco dopo). Curiosamente, i piemontesi hanno ottenuto solo tre vittorie in campionato e due di queste provengono proprio dalle gare con l’Inter!

La squadra nerazzurra non ha un’identità di giuoco, la manovra è lenta e la squadra ha smarrito quel pò di fiducia ottenuta a seguito delle sette vittorie consecutive nel girone d’andata.

Claudio Ranieri ha schierato contro gli ultimi in classifica uno schema fin troppo prudente, con il solo Diego Milito di punta supportato da Alvarez e Sneijder sulla trequarti.

L’olandese ha fatto sicuramente qualche buona giocata e ha colpito anche un’incredibile traversa negli ultimi minuti mentre l’argentino è apparso un corpo estraneo alla squadra. E’ rientrato Dejan Stankovic, e nel finale è stato buttato nella mischia anche Forlan, ma il forcing offensivo non è servito ad avere la meglio sul solido Novara, ben disposto dal vecchio Emiliano ‘Mondo’ Mondonico.

Il tecnico nerazzurro preferisce glissare sull’episodio del penalty non fischiato a Poli nel prima frazione di gara e assolve la sua squadra. Ecco le parole di Ranieri: “Rigore è quando arbitro fischia, diceva il mitico Boskov. Ho schierato una sola punta perchè Pazzini non era al meglio.

Le abbiamo provate tutte, ma Caracciolo ha fatto davvero un gran goal. C’entra anche la sfortuna. Tutti hanno fatto la loro parte, non ho nulla da rimproverare ai ragazzi”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *