L’Italia risponde alle “accuse” di Marchionne

Piovono le polemiche su Sergio Marchionne, dopo il rilascio delle dichiarazioni in diretta alla trasmissione “Che tempo che fa”.

Molti accusano Marchionne di essere un irriconoscente. Secondo il leader del Cgil Epifani, Marchionne parla così perchè straniero e dovrebbe andarsene lasciando così la questione in mano più sapienti.

Anche il ministro leghista Roberto Calderoli ha una dura reazione e commenta “non ricorda gli aiuti avuti dallo Stato italiano?”. Accusandolo di scarsa riconoscenza e cattiva gestione, la Cisl con il leader Bonanni si allea alle critiche lamentando un’assenza totale da parte del governo
che guarda inerme di fronte alla gravità con cui stanno atterrando il nome di chi ha reso forte il nostro paese.

A schierarsi dalla parte dell’Amministratore delegato Fiat e a spalleggiarlo ci pensa il vicepresidente di Confindustria, che per suo conto poteva rilasciare ben più reali cattiverie e sbilanciarsi ancora di più. Questo perchè l’Italia và spronata invece di essere messa in cassaintegrazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *