Lo schermo a tecnologia OLED sottile come un foglio di carta

oled-sonyLo schermo OLED non richiede una illuminazione aggiuntiva come invece avviene per gli attuali schermiLCD. Ogni singolo pixel degli schermi OLED emette luce singolarmente.

E questo nonm trascurabile dettaglio permette di costruire schermi più sottili rispetto agli schermi piatti di cui oggi si è abituati.

Il prototipo della Sony mostrato durante la manifestazione Display di Tokyo è uno schermo da 3,5 pollici con risoluzione 320×240 pixel.

Ha uno spessore record di soli 0,2 millimetri, riducendo al minimo lo strato di vetro in cui il pannello è stato integrato.

E’ da ricordare anche che negli ultimi mesi Sony ha presentato sul mercato la prima televisione con schermo OLED da 11 pollici ed il pannello era spesso circa 3 millimetri di cui solamente 1,4 dedicati display OLED ed il restante per la struttura in plastica.

La tecnologia OLED, è sparagnina, consuma meno energia e permette di costruire schermi molto sottili, questo perché non richiede altre fonti di illuminazione, tipiche degli LCD ed è in grado di visualizzare meglio i colori e le immagini in movimento.

Molti ritengono che la tecnologia OLED è la migliore candidata per soppiantare in futuro i pannelli LCD tradizionali.

La Sony non ha ancora comunicato al mondo se e quando il prototipo di schermo OLED ultra-sottile sarà commercializzato.

Siamo in attesa degli schermi OLED sui nostri futuri portatili, sicuri di non invecchiare per questo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *