Lodo Alfano, ecco la legge della discordia. Reazioni di Berlusconi, Napolitano e opposizione

Lodo Alfano-VauroCon la bocciatura dell’ormai famoso Lodo Alfano, il disegno di legge messo a punto dal ministro della giustizia e volto a garantire, tramite una sostanziale immunità durante il mandato, una governabilità ottimale da parte delle più alte cariche dello Stato.

Ecco a voi il tanto dibattuto testo della legge, che è stato bocciato perchè dichiarato dai giudici, anticostituzionale in diversi punti:

—————————————————

Ddl Camera 1442 – Disposizioni in materia di sospensione del processo penale nei confronti delle alte cariche dello Stato

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga la seguente legge:

Art. 1.

1. Salvi i casi previsti dagli articoli 90 e 96 della Costituzione i processi penali nei confronti dei soggetti che rivestono la qualità di Presidente della Repubblica, di Presidente del Senato della Repubblica, di Presidente della Camera dei deputati e di Presidente del Consiglio dei Ministri sono sospesi dalla data di assunzione e fino alla cessazione della carica o della funzione. La sospensione si applica anche ai processi penali per fatti antecedenti l’assunzione della carica o della funzione.

2. L’imputato o il suo difensore munito di procura speciale può rinunciare in ogni momento alla sospensione.

3. La sospensione non impedisce al giudice, ove ne ricorrano i presupposti, di provvedere, ai sensi degli articoli 392 e 467 del Codice diprocedura penale, per l’assunzione delle prove non rinviabili.

4. Si applicano le disposizioni dell’articolo 159 del codice penale.

5. La sospensione opera per l’intera durata della carica o della funzione e non è reiterabile, salvo il caso di nuova nomina nel corso della stessa legislatura né si applica in caso di successiva investitura in altra delle cariche o delle funzioni.

6. Nel caso di sospensione, non si applica la disposizione dell’articolo75 comma 3 del Codice di procedura penale . Quando la parte civile trasferisce l’azione in sede civile, i termini per comparire, di cui all’articolo 163-bis del Codice di procedura civile, sono ridotti alla metà, e il giudice fissa l’ordine di trattazione delle cause dando precedenza al processo relativo all’azione trasferita.

7. Le disposizioni di cui al presente articolo si applicano anche ai processi penali in corso, in ogni fase, stato o grado, alla data di entrata in vigore della presente legge.

8. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

————————————————

berlusconi

Con la bocciatura, vengono riaperte due cause che erano state sospese, contro il premier Silvio Berlusconi, che ha poi accusato il Capo dello Stato di essere di parte non garantendo che venisse approvato, ed accusando i giudici di essere schierati a sinistra.

Napolitano ha ribadito che tutti sanno da che parte sta il Presidente della Repubblica, dalla parte della Costituzione.

Di Pietro ha addirittura chiesto le dimissioni del premier.

Ma ecco perchè è anticostitituzionale: un provvedimento del genere secondo i giudici va fatto tramite legge costituzionale, non legge normale. E viola l’articolo che sancisce l’uguaglianza tra i cittadini davanti alla legge.

Commentate il vostro pensiero in merito a questa importante pagina politica italiana.

Ma mantenete un tono civile, evitando ingiurie e insulti.

(Fonte immagine lodo alfano di Vauro: 4.bp.blogspot.com

Fonte altra immagine: media.panorama.it)

7 Comments

  1. Maurizio 8 ottobre 2009
  2. gp 8 ottobre 2009
  3. Grello79 9 ottobre 2009
  4. Grello79 9 ottobre 2009
  5. NaPa 9 ottobre 2009
  6. grasso tiziana 14 ottobre 2009
  7. francesca 15 ottobre 2009

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *