Lykke Li: una calda voce femminile dalla Svezia

Quest’artista svedese mi è nuova. Tuttavia, ha catturato subito la mia attenzione. In primis, lo ha fatto per il suo genere musicale. Esso interpreta il volto alternativo e indie di un contesto che oscilla continuamente fra il pop e il rock. Poi, mi ha impressionato positivamente per la sua voce. La trovo molto espressiva ed intrigante.

I Follow Rivers” è la canzone che prediligo. Ambientazione al confine fra il mondo etnico e la musica elettronica. Ritmo che sale lentamente, in un’atmosfera sospesa e piena di suspense. E poi, quella sua voce deliziosa. “Love Out of Lust” è più riflessiva e dotata di una situazione musicale molto intrigante, al di là della sua ricercatezza complessiva e notevole.

I Know Places” inizia in maniera molto lenta, con l’accompagnamento di una chitarra acustica. È un pezzo che suona molto notturno, con quella voce appena accennata e lievi cori in sottofondo. “Silent My Song” è un qualcosa di fortemente sperimentale, di cui faccio fatica a capire in fondo quale sia la sua essenza. Eppure, mi intriga un bel po’.

Non posso dire altrettanto di altri frangenti, che, nonostante lo stile sicuramente singolare, non rientrano nelle mie preferenze musicali. Forte, invece, quella sua copertina così strana, che pare un’opera d’arte contemporanea. In definitiva, comunque, posso dire senza dubbio che si tratta di un buon lavoro musicale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *