Maltempo: quando la natura si ribella

In questi ultimi mesi si è assistito ad un fenomeno importante legato al maltempo, nel nostro “Bel Paese”. La natura, quella natura che in tanti difendiamo solo a parole, si ribella.

Dal Veneto alle Marche, passando per il Piemonte, fino giù alla Sicilia, ovunque storie di inondazioni, piene, frane che travolgono tutto, cose e persone.

Solo l’altro ieri,  3 morti e tante, tante persone evacuate dalle proprie abitazioni diventate in un attimo, il letto del fiume o il percorso di una frana. Bastano pochi giorni di pioggia ed ecco che la Natura si riprende i suoi spazi.

Certo, perchè dove prima c’era il letto del fiume ora c’è un ponte, una strada, un campo. Dove c’erano gli alberi che con le loro radici tenevano la terra ferma, sorgono case, a volte abusive, a volte senza nemmeno le fondamenta scavate come la normativa prevede.

Lo sfruttamento del territorio operato in modo indiscriminato di questi ultimi anni porta ora i suoi tristi frutti. La disperazione che si vede negli occhi delle persone colpite dovrebbe farci riflettere, quando, la prossima volta, decideremo di costruire un paese oppure una strada.

Ricordiamoci di questi volti e del volto terribile che la Natura, ogni tanto, ci mostra per ricordarci che, in fondo, l’Uomo è solo di passaggio in questo mondo, la Natura invece è il mondo.

One Response

  1. A.B. 4 marzo 2011

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *