Manovra finanziaria: Salvi enti scientifici e province

Nel testo ddl sulla manovra finanziaria, varato quest’oggi dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano, sono salvi gli enti scientifi e le province.

Esaminiamo meglio i dettagli dell’affermazione sopra menzionata:

Inerente alle province, nel testo finale della manovra finanziaria, non è compresa la norma per chiudere ed accorpare le amministrazioni provinciali inferiori a 220.000 abitanti.

Nel testo non sono presenti i commi 12-13-14-15-16-17 che invece prima erano presenti nel testo all’articolo 5.

Inerente invece al salvataggio degli enti a carattere prettamente scientifico, vengono “salvati” dalle restrizioni-soppressioni della manovra ben sei enti scientifici che erano a forte rischio.

Di seguito il nome di alcuni enti (quattro) salvati, nel dettaglio dalla manovra:

Stazione zoologica Dohrn di Napoli

Inaf

Istituto Nazionale di Astrofisica

Istituto nazionale di Oceaonografia e di Geofisica Sperimentale (Ogs)

Tutti questi enti comparivano nella bozza del ddl, ma prima della sua promulgazione, sono stati rimossi e dunque salvati dalle restrizioni previste dalla manovra finanziaria dell’anno in corso.

One Response

  1. Prina 2.0 3 giugno 2010

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *