Marijuana, studio: non comporta dipendenza droghe pesanti

Secondo un recente studio, l’uso di marijuana non comporta dipendenza da droghe pesanti.

I sociologi della University of New Hampshire (Usa)  hanno  evidenziato che ci sono  altri  parametri, quali  l’etnia e la condizione sociale, che determinano il sorgere della problematica.

Gli studiosi hanno notato che quando i giovani arrivano verso i 21 anni, il gateway degli spinelli, ossia la porta d’entrata verso droghe diverse, cessa di esistere.

Un fattore, invece, che influisce sull’uso di droghe pesanti è la razza. E’ stato visto che i bianchi cadono più facilmente nel tunnel della dipendenza, seguiti dagli ispanici ed afro-americani.

I sociologi hanno, poi, posto l’attenzione su altri fattori, quali l’istruzione e la situazione economica. Dallo studio, infatti, è stato possibile constatare che  fra chi non si è diplomato o non ha poi frequentato il college era più alta la percentuale di fumatori di spinelli in età ‘adolescenziale.

Fattore non trascurabile è poi la disoccupazione, che spinge i giovani a provare altre droghe. La stabilità economica, secondo i sociologi, tiene lontani i ragazzi dall’abuso di sostanze stupefacenti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *