Mauro Gonzini: gli obiettivi, i progetti e i sogni del vocalist bresciano

image(1)

Mauro Gonzini è uno dei vocalist più in voga del momento. Il giovane e intraprendente ragazzo bresciano è anche conduttore radiofonico e autore televisivo. E’ laureato in Economia Politica e Management Marketing. Il suo addetto stampa è Laura Gorini. E’ un ragazzo intelligente, bello, competente e poliedrico. Fa parte del mondo della musica da diversi anni, ma da alcuni anni ha iniziato a condurre programmi radiofonici e televisivi locali. E’ molto legato alla sua città d’origine, Brescia, e da alcuni mesi è impegnato anche nell’attività di famiglia, una piccola azienda.

Come fa a conciliare i suoi numerosi impegni? L’ha spiegato in un’intervista a Mondospettacolo.com: “Le soddisfazioni sono l’unica cosa che mi permettono di sacrificare ogni minuto libero per il mio lavoro. Già di carattere sono una persona che non ama oziare, devo essere sempre preso da qualcosa. In primis, il lavoro. Non è facile lavorare sei giorni alla settimana e poi nel weekend scombussolare i propri orari per i locali – ha sottolineato Mauro -, magari il tutto a 300 km di distanza da casa. Ma tutto questo non mi impressiona, anzi, a testa bassa ogni giorno vado avanti”. Al tempo stesso ha fornito alcune informazioni in più sul suo recente passato e sul suo presente.

“Sotto il profilo artistico, gli elementi più importanti si sono susseguiti negli ultimi otto anni, dalla maggior età sino agli attuali ventisei – ha sottolineato Mauro Gonzini a Mondospettacolo.com – Sì, perché quando arrivo al quarto anno degli studi scientifici decido di entrare in punta di piedi nel campo artistico o magari in un ambiente il più delle volte considerato limitrofo, cioè quello dei locali. Fuori, ma soprattutto dentro me le barriere sembravano tante, ma sono sempre stato un tipo testardo, quindi la timidezza diventa presto un ricordo. La mia attenzione si concentra sin da subito su una figura che nei club occupa il ruolo centrale, cioè quella del vocalist, attività che riesce non solo a dar sfogo ad un mio non troppo recondito egocentrismo ma che per farlo utilizza la voce, qualità alla quale sono stato legato fin da tempi non sospetti”.

Per poi proseguire nel suo racconto: “Si susseguono i locali, le serate e le conferme in tutta Italia. Fine settimana sacrificati, se così si può dire, in solitari chilometri in automobile e orari assurdi. Ma le soddisfazioni, inutile negarlo, sono state tante. Locali di cui avevo solo sentito parlare per fama diventano appuntamenti fissi e luoghi abituali. Non posso nascondere che più andavo avanti nel mio lavoro, più ero attratto da tutto ciò che riguardava la mia voce e l’intrattenimento. Il naturale prosieguo arriva qualche anno dopo, quando ho condotto per due anni un programma radiofonico dedicato al mondo della notte, intervistando amici e colleghi, e parallelamente quando mi sono cimentato nella presentazione di eventi come concorsi, sfilate o spettacoli. Tutto questo non si è fermato con l’università, anzi mi ha dato la forza di ottenere prima la Laurea in Economia Politica e poi quella in Management Marketing. Negli ultimi tre anni è arrivata anche la tv, locale s’intende, prima come ospite, poi come conduttore, utilizzato spesso come jolly in programmi tra loro molto diversi: si va dall’intrattenimento alla politica, dal varietà all’economia. Di problemi me ne faccio pochi, ogni minuto in più che passo davanti ad una telecamera mi fa capire cosa voglio davvero dal mio futuro. Credo che se dovessi rivedere Mauro tra dieci anni – ha concluso il vocalist bresciano – lo vorrei con i pochi capelli bianchi di ora, con un sorriso, ripensando ai bei tempi passati nei locali, ma soprattutto con un’attività di presentatore televisivo e radiofonico in ascesa”.

Lo vedremo fra qualche anno in alcuni programmi televisivi o radiofonici generalisti? Noi intanto facciamo i nostri auguri a Mauro per il suo futuro professionale!

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *