Meno care le chiamate dai telefonini comunitari

L’unione Europea ha finalmente fissato dei nuovi limiti massimi per le tariffe di chiamate e messaggi tra i diversi Paesi comunitari.

Infatti dal primo luglio sono scattate le nuove tariffe che fissano ad un massimo di 11 centesimi (Iva esclusa) l’addebito per un sms inviato da un altro Paese dell’Unione (la media attuale era di 28 centresimi).
Per le chiamate effettuate oltrefrontiera il tetto massimo è fissato a 43 centesimi al minuto. Tale cifra scenderà a 39 dl luglio 2010 e si abbasserà a 35 centesimi a partire dal 2011.

Le telefonate ricevute da un altro Stato comunitario prevedono una soglia massima di costo di 19 centesimi al minuto, che passeranno a 15 dal 2010 e scenderanno a 11 dal 2011.

Il nuovo regolamento stabilisce che quando un cliente varca il confine del proprio Stato l’operatore di casa deve fornirgli automaticamente tutte le informazioni sulle tariffe di roaming, comunicando i costi che gli verranno addebitati in caso di chiamate o sms.

Le novità toccano anche chi utilizza il cellulare per navigare in internet : dal 11 luglio le tariffe cosidette all’ingrosso non potranno oltrepassare la cifra di un euro per megabyte, soglia che si abbasserà ad un massimo di 50 centesimi a partire dl 2011.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *