Mi piace di cuore: Like su Facebook per finanziare lo sport paralimpico

Comunicato Stampa

Riparte il contest di Ascotrade che sostiene lo sport paralimpico. Ad ogni like del pubblico su Facebook aumenta il montepremi destinato alle società che aiutano i disabili a fare sport. Testimonial la giovane campionessa trevigiana Bebe Vio.

I social network fanno bene allo sport paralimpico e i like non sono solo una forma di approvazione ma hanno un valore economico concreto: succede con “Mi Piace di Cuore” il concorso promosso da Ascotrade, azienda trevigiana di fornitura di gas ed energia elettrica, con CONI e CIP (comitato italiano paralimpico) Veneto, che realizzerà i sogni di quattro società sportive che aiutano gli atleti disabili.

Dopo il successo della prima edizione, è appena partita la seconda. 20 le società sportive paralimpiche che hanno aderito, ognuna presentando un progetto che possa aiutarli nella loro attività. Può trattarsi di qualsiasi cosa: attrezzature, computer, nuovi spazi, trasferte. I 4 progetti più votati (3 su Facebook e uno da una commissione) riceveranno un finanziamento per realizzare i loro sogni. Si potrà votare fino al 31 gennaio 2015 cliccando Mi piace e scegliendo il progetto preferito sulla pagina Fb https://www.facebook.com/MiPiaceDiCuore

Il pubblico non solo può votare, ma può contribuire attivamente alla crescita del montepremi: Ascotrade ha fissato infatti una base di 10mila euro, ma ad ogni Mi piace sulla propria pagina Fb aggiungerà un euro alla raccolta fondi. Inoltre tutti coloro che sottoscriveranno un contratto luce + gas nel mercato libero dell’energia con Ascotrade potranno donare direttamente 10 euro.

Testimonial d’eccezione di questa edizione è Beatrice “Bebe” Vio, la giovane schermitrice che è diventata un simbolo per tanti ragazzi con disabilità. Merito di uno spirito e una grinta unici che, dopo una terribile malattia, l’hanno spinta a non arrendersi e l’hanno portata a conquistare la medaglia d’oro ai mondiali di scherma under 17 tenutisi lo scorso settembre a Varsavia.

I quattro progetti presentati lo scorso anno sono già stati realizzati, dando aiuto concreto all’attività di quattro società: la Vichingo Abilis di Treviso, che ha costruito una nuova parete per agevolare i disabili nella pratica dell’arrampicata sportiva, la Società Arcieri del Castello di Conegliano, che ha realizzato una linea di tiro per aiutare gli atleti con disabilità motorie a recuperare le frecce, l’A.S.D. Padova Millenium Basket Onlus, che ha acquistato nuove sedie a rotelle per i ragazzi del mini-basket, e infine i Black Lions Venezia, squadra di wheelchair hockey che ha potuto attrezzarsi della tecnologia per trasmettere in diretta streaming le partite di campionato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *