Mike Bongiorno: due arresti per tentata estorsione

Un nuovo deplorevole capitolo si aggiunge alla vicenda riguardante la salma di Mike Bongiorno, trafugata dal cimitero di Dagnente (Novara) la notte tra il 24 e il 25 Gennaio.

A Novara sono state arrestate due persone per tentata estorsione alla famiglia del presentatore. I due, italiani, si sono detti pronti a restituire la bara in cambio di una cospicua somma di denaro intorno alle centinaia di migliaia di euro.

Gli investigatori stanno ora cercando di capire se i due siano effettivamente legati al furto della salma o se abbiano solo tentato di approfittare della situazione per ricavare denaro.  Dall’interrogatorio andato avanti tutta la notte sarebbero emersi alcuni particolari che farebbero capire che i due siano realmente coinvolti nel furto della salma e che non siano degli sciacalli, dando maggior credito alla prima ipotesi.

Per ora nulla è confermato, la vicenda non è ancora giunta al suo epilogo, ma se i particolari emersi durante l’interrogatorio fossero confermati, la soluzione potrebbe essere vicina.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *