Milanesi grandi consumatori di cocaina

Milano capitale della cocaina, sono ormai diversi anni che la capitale meneghina vanta questo primato, ad alimentare ogni anno questa classifica e’ la movida milanese, le notti folli dei vip nelle disco piu’ in del capoluogo lombardo e fino a qui’ nulla di nuovo, ma io vi raccontero’ una altra storia.

Lontano dalle luci di milano, nella parte piu’ esterna della sua periferia inizia il nostro viaggio, le sedi dello spaccio a basso costo per operai che si vogliono sentire vip per una sera o per persone che non riescono piu’ ad uscire da un giro che li sta’ distruggendo.

Ogni sera nelle campagne della provincia milanese un centinaio di spacciatori prendono posto nelle rispettive posizioni, migliaia di consumatori e di micro spacciatori vanno in cerca della droga, le postazioni di spaccio sono nelle campagne, in strade strette e tortuose,in mezzo a campi, dove puscer, in genere di nazionalita’ nord Africana, gestiscono vere attivita’ di spaccio,con tanto di pese di precisione, varie sostanze e varie qualita’,in questi luoghi si puo’ trovare cocaina, eroina e hascis.

Esiste un vero e proprio prezziario, 60/70 euro circa per un grammo la coca, 20/25 euro circa per un grammo circa di eroina, invece l’hascis, chiamato in gergo “fumo” viene venduto in pani ha un etto a prezzi che variano da 200 a 400 euro.

I clienti che si trovano in queste zone sono di tutti i tipi, dall’operaio che si vuole sballare per una sera,spacciatori di province dove la coca non e’ facilmente reperibile, micro spacciatori che si mantengono lo sballo vendendo piccole quantita’ di droga a terzi e tossici.

Una volta acquistate le dosi ognuno va’ per la sua strada sniffando la polvere appena acquistata,un assaggio prima della serata,noi parleremo della vita pericolosa e folle dei veri tossici di cocaina, i fumatori di crak.

La cocaina una volta disciolta in ammoniaca o nel bicarbonato subisce una sorta di lavaggio,una volta ottenuto questo prodotto i consumatori tramite una pipa artigianale fatta con una bottiglia di plastica la fumano,l’effetto e’ violento la pressione sale,le orecchie fischiano e lo sballo e’esagerato,ma una volta entrati in questo giro non se ne esce piu’,lo sballo solitamente lo si condivide con altri fumatori in casa,l’effetto con l’andare del tempo porta a manie di persecuzione ed allucinazione.

Chi entra in questo giro,inizia con la cocaina e poi col tempo inizia ad usare anche l’eroina,che serve per distendersi quando la coca e’ finita,ma l’eroina col tempo inizia a diventare l’unico pensiero nella mente di queste persone,che finiscono il piu’ delle volte col diventare tossicodipendenti ed iniziare un processo di autodistruzione,in queste case,sotto l’effetto di stupefacenti si consumano le peggiori cose,assassini,stupri,violenze,sparatorie.

La cocaina non e’ solo la droga dei vip,ma nella milano da bere la possiamo trovare nel degrado,nella malavita e nei ghetti,solo che i drogati vip finiscono sulle copertine platinate,mentre i drogati delle zone disagiate finiscono per fare una brutta fine tra l’indifferenza generale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *