Milano: caccia al killer dei gatti, ne ha uccisi già 120

E’ una vera e propria caccia ad un killer a Cassinetta di Lugagnano, un piccolo paesino in provincia di Milano, che avrebbe già ucciso ben  120 cuccioli di gatti.

C’è una così tanta voglia di acciuffarlo che Aidaa, associazione italiana per la difesa degli animali, ha messo sulla sua testa una taglia di ben 6 mila euro. Circa i 120 cuccioli uccisi fanno parte tutti di una colonia del paese e la cosa che fa pensare ad un vero e proprio killer è il rituale con il quale tutti questi poveri animali sono stati uccisi.

In pratica, i cuccioli, allontanati prematuramente dalla madre, vengono inseriti in una scatola per le scarpe che viene a sua volta rinchiusa in un sacchetto di plastica, prima di deporre il sacchetto sempre davanti allo stesso cancello. I cuccioli, quasi sempre muoiono o per soffocamento o perchè vengono tolti troppo prematuramente dalla madre.

Ecco quanto dichiarato dal presidente dell’associazione: “probabilmente la persona o le persone che compiono questi atti lanciano un messaggio quasi a voler significare che loro stessi si sentono abbandonati e hanno bisogno di aiuto, ma questo non deve avvenire a scapito di centinaia di micini morti per mano di un serial killer quasi sicuramente squilibrato“.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *