Mondiali di Calcio: sale la febbre per Sudafrica 2010

I Mondiali di Calcio 2010 saranno l’evento sportivo che per un mese ci terrà inchiodati davanti al televisore.

In tutto il mondo l’attesa sale e dall’11 giugno molti di voi, armati di telecomando, non si alzeranno dal divano per vedere tutte le partite della Coppa del Mondo.

Secondo alcuni sondaggi svolti in Inghilterra, su tre impiegati intervistati, uno sarà colpito da “febbre” da Mondiali dichiarandosi ammalato pur di starsene a casa e assistere alla partite della Nazionale. Quindi ben il 32% ha dichiarato che eviterebbe di andare a lavoro per non perdersi le partite dei Mondiali di Calcio. Se invece si contano i tifosi più accaniti di calcio, la percentuale sale al 68%.

Per andare incontro a questi dipendenti, alcune aziende hanno trovato la soluzione, allestire un’area dedicata ai Mondiali di Calcio dove, durante le partite della Nazionale, sarà concesso ai dipendenti di smettere di lavorare. In Italia siamo sicuri che sarà altrettanto così, con molti che si fingeranno ammalati o che chiederanno permessi di uscita pur di stare a casa per godersi la partita.

Anche da noi, c’è da dire che anche in passato si era assistito a scene in cui il datore di lavoro portava un televisore in ufficio e al fischio d’inizio si scatenava l’inferno. Sarà così anche questa volta?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *