Mondo UFO: il professor Chiumiento entra nel CUB

antonio chiumientoNella mattinata è giunta la comunicazione ufficiale. Una delle news più inattese nel mondo UFO italiano, perlomeno nel 2011.

Antonio Chiumiento (nella foto), uno dei più rinomati ed esperti ufologi del panorama italiano ed internazionale, entra ufficialmente nelle fila del Centro Ufologico di Benevento.

Una decisione che era nell’aria e che rischia di cambiare gli equilibri esistenti all’interno del comparto ufologico tricolore. Soprattutto in relazione ad un fattore.

Ovvero sposta l’asse sempre più marcatamente verso i centri emergenti ed indipendenti che, come in questo caso, si arricchiscono di una figura di spessore. In trentaquattro anni di intensa attività, gran parte della quale svolta con un certosino lavoro sul campo, Antonio Chiumiento ha contribuito a scrivere la storia dell’ufologia italiana. Innumerevoli i casi di avvistamento, di presunti UFO, trattati e seguiti anche fuori dai confini nazionali. Un’attività che Chiumiento prosegue incessantemente, come dimostra l’intricata e complessa vicenda dei presunti Ufo avvistati di recente sul cielo di Pordenone.

Il CUB, nella persona del presidente Angelo Carannante e del presidente onorario Ennio Piccaluga, hanno manifestato la propria soddisfazione per l’adesione di Chiumiento. L’ufologo friulano rivestirà il ruolo di consulente scientifico all’interno del team di ufologi.

Angelo Carannante, massimo dirigente del CUB, ha dichiarato in una nota diramata alla stampa: “E’ senza dubbio un momento piuttosto importante nel nostro 2011, decisione che si dimostra particolarmente indovinata in un momento di forte espansione del CUB, anche su scala internazionele. Il professor Chiumiento è una figura di assoluto valore nel panorama ufologico mondiale.

La sua collaborazione aiuterà il CUB nel cammino intrapreso. Entrambe le parti condividono in pieno molti punti di vista in merito alla fenomenologia OVNI, soprattutto la filosofia che anima ogni caso di avvistamento UFO. Tematica che, nel 2011, deve necessariamente essere trattata con scrupolo ed assoluta serietà.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *