Morti radioattivi a Fukushima:” Lasciateli lì”

Dopo il cataclisma dell’ 11 marzo migliaia di corpi nei dintorni delle centrali di Fukushima si trovano ancora lì, dove il destino gli ha lasciati, nessuno li ha prelevati per una successiva cremazione.

Le persone che dovevano occuparsene non si avvicinano, che essi siano parenti, poliziotti o medici, per troppa paura di essere contaminati. L’area denominata ‘no go zone’ è di un diametro di 20km intorno alla centrale nucleare, possiamo quindi immaginare la quantità di morti in quell’area.

Inizialmente si era pensato di prelevarli dalla ‘no go zone’ per esaminarli e per capire se un corpo morto è  davvero capace di trasmettere radiazioni, ma a quanto pare è proprio cosi.

Per quanto riguarda i livelli di radioattività l’acqua sotto il reattore 2 della centrale nucleare è risultata 10 mila volte sopra il limite di radiazioni. E’ stata effettuata una ricerca sui capi di animali che si trovano nelle cittadine intorno a Fukushima, e pure negli animali si è passato il limite di radioattività.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *