Mucca clonata produce latte umano

latteumanodamuccheAlcuni geni umani sono stati inseriti nel DNA di una mucca per produrre latte materno umano;non è uno scherzo ma la cruda realtà.

Accade in Argentina, dove alcuni “studiosi” hanno  fatto nascere la prima mucca al mondo, a cui è stato dato il nome di Rosita,  capace di produrre latte contenente due sostanze che combattono le infezioni.

Per essere più precisi, questo latte indotto, produce una proteina che si chiama lattoferrina, che aumenta il potenziale di difesa del sistema immunitario, così come il lisozima, che è un antibatterico.

E qui è d’obbligo una riflessione, essere critici nei confronti della clonazione animale in quanto la ipotetica commercializzazione di tale latte, andrebbe ad incrementare alcuni mercati di paesi ricchi.

E voi alimentereste i vostri figli con latte artificiale visto che non se ne conoscono le conseguenze?

Ed è ovvio che sia in circolazione il filmato su YouTube con le immagini della mucca argentina, ma soffermiamo a riflettere su questi dati,  ogni 100 animali clonati, 40 risultano avere problemi di salute.

Qualcosa ci dovrà pure venire in mente, o no?

La lega anti vivisezione, la LAV, si è dichiarata contraria a questi esperimenti, il Parlamento europeo, UE, è contrario alla clonazione di animali per la produzione di alimenti e importazione delle loro carni.

Ma allora perché si continua a sperimentare sugli animali?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *