MUTUI INPDAP: CARATTERISTICHE DEL NUOVO REGOLAMENTO 2012

Per chi nel 2012 vuole richiedere un “mutuo INPDAP”, deve conoscere e sottostare alle nuove regole imposte dalla manovra di accorpamento del governo Monti.

VEDIAMO NEL DETTAGLIO LE NUOVE REGOLE.

  • Per richiedere il mutuo l’appartamento o la casa in questione non deve rientrare nei canoni di “Lusso“, ma deve rientrare in quelle catastali comprese tra la lettera “A2” e “A7”;
  • La richiesta del mutuo deve essere fatta esclusivamente da dipendenti statali o pensionati che fanno parte dell’ente INPDAP da almeno quattro anni, questa regola era presente anche nel vecchio regolamento;
  • un requisito fondamentale e che il richiedente del mutuo non sia in possesso di una casa nel raggio di 250 Km, mentre prima il raggio era di 100 Km;

L’importo massimo disponibile per il mutuo INPDAP e di 300.000 mila €, con una durata di  10 o 30 anni.

Le due novità più interessanti introdotte nel nuovo regolamento riguardano,  i figli dell’iscritto all’ente INPDAP, che hanno la possibilità di richiedere mutui agevolati, con l’opzione di un eventuale sospensione del mutuo con annessa rinegoziazione, a causa di gravi episodi che impediscono il regolare pagamento delle rate del mutuo.

Per fare la richiesta del mutuo INPAD è necessario inoltrare la richiesta nei seguenti periodi:

  • dall’1 al 10 Gennaio;
  • dall’1 al 10 Maggio;
  • dall’1 al 10 Settembre;

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *