Nobel 2012: ecco l’elenco completo, tra tante polemiche

Come accade ormai dal lontano 1901, anche quest’anno sono stati assegnati i prestigiosi premi Nobel, frutto delle ultima volontà firmate dell’omonimo industriale svedese il 27 novembre del 1895. E come è spesso già successo nel passato, anche quest’anno non sono mancate le polemiche. Di seguito, l’elenco completo dei Nobel 2012 e le relative polemiche che hanno interessato alcuni di essi.

  • Nobel della Medicina: assegnato a Shinya Yamanaka, giapponese, e Sir John Gurdon, britannico. Entrambi sono stai premiati per il loro lavoro sulla riprogrammazione nucleare e sulle cellule staminali, un ambito molto importante per la lotta alle malattie degenerative come Parkinson e Alzheimer. La ricerca sulle cellule staminali è da sempre uno dei temi più dibattuti in ambito scientifico e in bioetica.
  • Nobel per la chimica: assegnato a due statunitensi, Brian Koblika e Robert Lefkowitz, per le loro ricerche sui recettori cellulari accoppiati alla proteina G (un enzima); il loro lavoro è stato molto importante per la creazione di farmaci contro l’ipertensione.
  • Nobel per la fisica: assegnati al marocchino Serge Haroche e allo statunitense David Wineland, per lo straordinario lavoro da loro svolto sulla misurazione dei sistemi quantistici, ovvero sull’osservazione del comportamento di singole particelle di luce: ciò ha avuto grande importanza per la costruzione di precisissimi orologi atomici e servirà in futuro per la potenziale costruzione di velocissimi computer quantici.
  • Nobel per la letteratura: assegnato al cinese Mo Yan, per il grande realismo e la grande abilità con cui nei suoi racconti fonde storia, attualità e leggende del suo Paese natale. Diversamente da quanto successo al suo connazionale, il premio Nobel Xiaobo, la sua premiazione è stata ben accolta dal governo della Cina.
  • Nobel per la pace: assegnato all‘Unione Europea. E’ questo il Nobel che ha suscitato più polemiche. I 60 anni di pace e avanzamento della democrazia che l’Unione ha contribuito a mantenere non sono bastati come motivazione, visto che le polemiche vertono soprattutto sui grandi errori commessi dall’UE dal punto di vista dello sviluppo economico.
  • Nobel all’economia: assegnato a Alvin E. Roth e Lloyd Shapley, due statunitensi che hanno analizzato a fondo argomenti complessi e ancora non del tutto compresi, come la stabile allocazione delle risorse e la configurazione dei mercati. Vista la situazione economica attuale, polemizzare su quest’ultimo premio non deve certo essere difficile.

A parte tutte le critiche, il premio Nobel continua comunque ad attestare una verità molto confortante: l’uomo non è mai stanco di conoscere e cercare di migliorare il mondo in cui vive, in tutti i suoi aspetti; in particolare, è proprio grazie al lavoro delle personalità e delle organizzazioni premiate che oggi viviamo in un mondo così tecnologicamente avanzato, in cui molte cose impensabili per il passato sono ora pura quotidianità.

Un enorme grazie è quindi ciò che queste menti eccelse meritano, innanzitutto.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *