Nuova disintossicazione per Whitney Houston

Una voce splendida, una carriera brillante, mille riconoscimenti, ma anche tanti, troppi, problemi personali.

E così Whitney Houston, 47 anni, è tornata in clinica per la seconda volta. Già nel 2009, infatti, aveva fatto di tutto per disintossicarsi da alcool e droga e presentarsi in forma per il lancio del nuovo disco “I look to you”.

Ma già durante il tour che era seguito, alcune defaillance della cantante, apparsa fuori forma e appesantita, avevano messo in allarme i fan.

Pare anche che Prince, addirittura, dopo una scenata della cantante per non essere stata invitata a salire sul palco con lui durante un concerto, le avesse vietato l’ingresso alle altre sue esibizioni, sostenendo di voler evitare che la Houston “mettesse nuovamente in imbarazzo se stessa”.

E oggi, purtroppo, la triste conferma. “Whitney è entrata volontariamente in un centro di disintossicazione e riabilitazione”, ha annunciato la sua agente Kristen Foster.

Inizialmente la notizia doveva rimanere segreta, poi però si è avvertita la necessità di diramare un comunicato stampa per porre uno stop al proliferare di false ipotesi circa le condizioni della cantante. Purtroppo, proprio di recente si era parlato di problemi di droga anche per la figlia della Houston, Bobby Kristina.

La vita privata della Houston non è stata facile neppure all’epoca del matrimonio con il cantante Bobby Brown, segnata da violenze e molestie, fino alla separazione del 2006.

One Response

  1. Nippy 94 11 maggio 2011

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *