Obama: la tua riforma della sanità è incostituzionale!

Una dura botta ad Obama ed al suo Governo di deputati democratici è arrivata qualche giorno fa dalla Corte d’Appello Costituzionale americana.

Infatti, la riforma della sanità, su cui il Presidente americano ha puntato molto finanche a farne il caposaldo della sua ultima campagna elettorale, è da considerarsi incostituzionale.

In sintesi, la riforma prevede una copertura assicurativa al 95% dei cittadini non anziani e l’obbligatorietà di avere un’assicurazione medica (pena una multa di settecentocinquanta dollari o una sanzione del 2% del reddito di chi ha commesso il reato). Inoltre i datori di lavoro di aziende con più di 50 impiegati devono farsi carico di parte della spesa.

Il servizio sanitario viene poi ampliato a chi percepisce uno stipendio del 133% sotto la soglia di povertà a livello federale.  La corte d’appello di Atlanta accoglie le remore di ventisei Stati riguardo gli emendamenti sull’obbligatorietà delle assicurazioni agli individui. Eppure la bocciatura non è completa poiché vi è ancora un grado di giudizio, la corte suprema.

Certo, Obama ha avuto coraggio a toccare un sistema che si autodifende e che non è accessibile proprio a tutti. Come sempre gli indigenti sono quelli svantaggiati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *