Omicidio Sarah Scazzi: Misseri conferma “E’ stata Sabrina”

Giornata molto importante, per quanto riguarda le indagini dell’omicidio della 15enne Sarah Scazzi. Nel carcere di Taranto si è tenuto l’incidente Probatorio dove si è raccolta la testimonianza definitiva che finirà negli atti processuali.

E’ inziato alle 12.30  davanti al GIP e agli avvocati ed è tutt’ora in corso, il lunghissimo interrogatorio di Michele Misseri. Interrogato  dal GIP avrebbe confermato quella che è la testimonianza fornita negli ultimi tempi cioè che Sarah sarebbe stata uccisa da sua figlia Sabrina Misseri nel garage di casa.

E’ stata uccisa con una cintura bianca del quale si sarebbe liberata lei stessa, lui che stava dormendo sarebbe stato svegliato dalla figlia ad omicidio finito e avrebbe deciso di intervenire occultando il cadavere della ragazza per cercare di salvare per quanto possibile la vita della propria figlia. Durante l’interrogatorio non è stata mai coinvolta la moglie Cosima Serrano e avrebbe affermato di non aver commesso violenze sul cadavere di Sarah.

Dovrebbe iniziare adesso il controinterrogatorio da parte della difesa Misseri deve rispondere alle domande e alle contestazione fatte dagli avvocati della difesa di Sabrina e della famiglia di Sarah, presenti in compagnia dei loro rispettivi consulenti. Presente all’interrogatorio anche Sabrina che non avrebbe mai avuto un confronto con suo padre.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *