Osama Bin Laden: l’ordine era ucciderlo, non catturarlo

Le notizie sull’uccisione di Osama Bin Laden, il capo di Al Qaeda, responsabile di numerosi attentati in tutto il mondo, si susseguono.

E con il passare delle ore vengono fuori sempre più particolari sul blitz che ha reso fine a 10 anni di latitanza dell’uomo più ricercato della terra sulla quale pendeva una taglia di ben 50 milioni di dollari.

Come l’indiscrezione trapelata dal ministero della difesa americano, e cioè che dal pentagono l’ordine per i marines che sono intervenuti nel covo era di uccidere il numero 1 di al qaeda  e non catturarlo, come qualcuno avrebbe voluto.

“Era un’operazione per ucciderlo”, ha detto il funzionario della difesa, chiarendo così che l’obiettivo non era catturare il numero uno in Pakistan. Intanto l’esame del dna eseguito sul cadavere ha dato esito positivo e così  la salma di Osama Bin Laden, ora potrà essere sepolta.

Prima però così da quanto riferito una fonte del pentagono, sul ponte di una portaerei usa presente nel mar arabico  è avvenuto il funerale, rispettando quello che è il rito religioso islamico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *