Pacchi bomba: ancora emergenza nelle ambasciate

Sembra non cessare l’emergenza pacchi bomba alle ambasciate che sono situate nel territorio italiano, in particolare della capitale.

Dopo gli ultimi episodi avvenuti rispettivamente alle ambasciate Cilena e Svizzera, dove qui due pacchi bomba sono esplosi ed hanno causato in ferimento, anche in modo serio di due persone addette alla posta.

Quest’oggi un episodio analogo è avvenuto in un altra ambasciata nella capitale, questa volta ad essere presa di mira è stata quella greca, anche se per fortuna qui le conseguenze sono state molto inferiori.

Questo perchè il pacco sospetto, posizionato davanti all’ingresso dell’ambasciata, non è esploso, anche se i rilievi fatti dalla polizia e dai vigili del fuoco hanno accertato che effettivamente nel pacco c’erano dei plichi esplosivi che avrebbero potuto esplodere e creare non pochi danni.

Subito dopo si è creato panico anche in altre ambasciate che oramai convivono con la paura di questi pacchi bomba e si sono andati a creare dei falsi allarme.

Da fonti interne si apprende che effettivamente il materiale rinvenuto nel pacco di quest’oggi è analogo a quello rinvenuto nei due pacchi esplosi la settimana scorsa alle ambasciate cilene e svizzere.

Per questo si può colllegare questo fatto con i precedenti e anche qui si segue la pista anarchica.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *