Padre Pio: hanno tentato di rubare le sue reliquie

E’ di ieri la notizia che due notti fa c’è stato un tentato furto in una cappella contenente le spoglie di San Pio, nei pressi del cimitero di San Giovanni Rotondo.

Questo luogo ospita anche diverse tombe di numerosi frati cappuccini. Il vetro antisfondamento ha impedito che le spoglie del Santo di Pietralcina finissero nelle mani dei ladri, che dopo aver solo scalfito il vetro, hanno desistito dal loro intento e sono fuggiti.

La cappella che ospita questi pochi resti, è larga 3 metri e lunga 5, i carabinieri della provincia di Foggia hanno fatto sapere che sono in corso le indagini su quest’episodio increscioso.

Le reliquie sono costituite da qualche capello, da un a garza che avvolgeva il corpo del Santo, e di un paio di guanti. Invece il corpo con le stimmate si trova nella chiesa inferiore del santuario, che è stata costruita in suo onore, dal 19 Aprile 2010.

La nuova chiesa fu benedetta dal Papa Benedetto XVI il 19 giugno del 2009 e finalmente questa primavera, è avvenuto il così tanto atteso trasferimento. Certo era che non ci si spettava che ci fossero notizie sul luogo sacro dalle cronache cittadine dettate dall’intenzione di rubare ciò che resta del nostro Santo Pio.

Possibile che i ladri siano riusciti ad arrivare a così tanto? E quali possono essere le motivazioni su un gesto così eclatante? I frati hanno escluso che possa trattarsi dell’attentato al sepolcro per scopi rituali o altro, ma asseriscono che l’episodio sia da classificare come semplice tentativo di furto.

San Giovanni Rotondo ospita ogni anno senza alcune differenza di stagione, milioni di pellegrini da tutto il mondo, che si dirigono verso questa meta con tanti sogni e speranze, ma anche solo per pregare questa figura che è entrata da anni nel cuore di tutti i cristiani.

Quale potesse essere il motivo è nell’ombra al momento, si spera di poter far luce al più presto e che il Santo possa riposare in pace.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *