Padre spara a figlia pugile per non farla più combattere

Triste storia di crisi familiari che arriva dalla Germania dove un padre ha sparato alla figlia pugile per inpedirle di proseguire con il pugilato.

Infatti, a poche ore dall’incontro che le avrebbe permesso di conquistare il terzo titolo mondiale di pugilato, suo padre le ha cancellato per sempre il suo sogno. Rola El-Halabi, libanese 26enne, non potrà più combattere. Il padre manager poco prima dell’incontro è entrato negli spogliatoi ed ha aperto il fuoco contro la figlia ferendola alla mano, ad un piede e ad un ginocchio.

Tutto questo perchè voleva che la figlia non gareggiasse più per punizione contro alcuni comportamenti che la figlia musulmana non stava rispettando. In particolare, il padre non sopportava una relazione della figlia con un uomo, mia accettato dal genitore.

L’uomo, è stato arrestato mentre la ragazza ricoverata in ospedale non è in pericolo di vita ma purtroppo i medici hanno confessato che la ferita alla mano con tutta probabilità le impedirà di continuare a gareggiare nel mondo della boxe. Finisce così la carriera di unna giovane promessa di questa disciplina.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *