Polemiche in Italia per la manovra finanziaria

Mentre dall’incontro tra Angela Merkel, cancelliere tedesco e Nicolas Sarkozy, presidente francese, uscivano le possibili modifiche all’economia degli Stati europei (creando un’unica grande economia europea in cui il pareggio di bilancio degli stati membri deve essere un obbligo).

In Italia si discute e di cose serie (le modifiche alla manovra economica che porta al 2013 il pareggio di bilancio prima previsto per il 2014) e di cose più futili.

Ma sempre di soldi stiamo parlando. Infatti i calciatori vorrebbero organizzare uno sciopero non solo per la questione del contratto collettivo ma anche perché vorrebbero che la nuova tassa introdotta dal governo, il cosiddetto “contributo di solidarietà”, sia pagata dalle società e non da loro.

Piccata la risposta del ministro Calderoli, il quale non li manda a dire ai giocatori.  In sintesi Calderoli avverte i giocatori che i loro stipendi non giustificano alcun tipo di sciopero e se perseguono su questa strada chiederà al parlamento di raddoppiare questo contributo a carico dei calciatori, così come è raddoppiato per i politici.

Attendiamo una risposta. Intanto in mattinata i mercati europei, seppur di poco, perdono terreno, insoddisfatti dal vertice dei due leader di Germania e Francia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *