Pornodipendenza: un fenomeno diffuso di cui si parla poco

La pornodipendenza è un comportamento compulsivo che consiste nell’abuso di materiale pornografico e nella masturbazione compulsiva e rientra nella sfera della dipendenza sessuale. E’ un fenomeno che si è sviluppato di pari passo con il miglioramento dei servizi offerti da internet, e ad oggi è un problema piuttosto diffuso. Così come le altre dipendenze più comuni e conosciute, come quelle da alcool o droga, comporta una notevole diminuzione della qualità della vita intaccando vari aspetti sia fisici che comportamentali.

 

La dipendenza da pornografia tuttavia non è un problema molto conosciuto. Nonostante viviamo in un mondo sempre più aperto e libero, parlare apertamente di pornografia è spesso ancora molto difficile e imbarazzante per chiunque. Figuriamoci confessare una dipendenza da materiale pornografico. E’ certamente più facile dire di essere dipendenti dall’alcool, dalla droga, o dal gioco, che non dallo stare ore e ore davanti a uno schermo a fissare donne e uomini nudi. Così l’argomento cade nel silenzio e pochi ne parlano.

 

Ma il fatto che non si parli di un problema non significa certo che questo non esista. La pornodipendenza c’è ed è sempre più diffusa. Affligge una grande varietà di persone tanto che pornodipendente potrebbe essere chiunque. Uomo, donna, etero, gay, single, impegnato, giovane o adulto non fa differenza. Il fattor comune è una connessione ad internet sempre più veloce e una frenesia sempre più incontrollabile nella ricerca di immagini e video per adulti.

 

Le cause della pornodipendenza non sono ancora state ben delineate. Si può cadere nel circolo vizioso per combattere la solitudine, per mancanza di stimoli nella vita di tutti i giorni, per noia, per la mancanza di un partner. Al livello psicologico si pensa che questo tipo di comportamento compulsivo sia dovuto a un certo tipo di pensieri chiamati convinzioni inconsce o core beliefs che il pornodipendente ha su di sé. Questo genere di pensieri sono ad esempio il percepirsi come una persona cattiva che non potrà mai essere amata da nessuno, o una percezione del sesso come il bisogno più importante.

 

Il tipico comportamento del pornodipendente è quello di una persona che durante la giornata non pensa ad altro che al sesso sotto l’aspetto pornografico. Vorrebbe stare sempre connesso e non riesce a concentrarsi sul lavoro o sullo studio. Non riesce a socializzare normalmente e vede le altre persone o il proprio partner solo come un oggetto pornografico. Il pornodipendente non riesce ad innamorarsi in maniera profonda e spesso o quasi sempre si verificano problemi di coppia. Il corpo del partner diventa quasi estraneo e l’attività sessuale risulta sempre più insoddisfacente, fin quando non si presentano veri e propri problemi d’impotenza totale o parziale. Quando il pornodipendente utilizza materiale pornografico si masturba per ore ed ore perdendo la cognizione del tempo e dei suoi propri bisogni primari quali bere, mangiare e dormire. L’unico modo per smettere di masturbarsi è raggiungere l’orgasmo, dopo il quale la tensione crolla e il pornodipendente si abbandona a sentimenti di frustrazione, autocommiserazione e disprezzo verso se stesso e la sua mancanza di forza di volontà.

 

Le conseguenze della dipendenza da pornografia sono molteplici e tutte gravi e in generale la qualità della vita del pornodipendente crolla. A causa dei suoi comportamenti il pornodipendente perde tutta la sua autostima, si sente impotente e disprezza sé stesso e lo stesso materiale di cui si serve. Come in ogni dipendenza anche in quella da pornografia è presente il fenomeno dell’assuefazione. Così come il cocainomane ha bisogno di dosi sempre più massicce per provare lo stesso livello di sballo il pornodipendente va alla ricerca via via di materiale sempre più spinto, sfociando a volte in situazioni al limite della legalità.

 

Recentemente sono nati alcuni gruppi di supporto online per chi vuole liberarsi dalla pornodipendenza. Molti ce l’hanno fatta e la loro vita è notevolmente migliorata. C’è chi dice di sentirsi rinato, chi ha trovato nuovi stimoli e ha cambiato totalmente la sua vita. Queste testimonianze, unite ad una psicoterapia adatta, possono essere molto utili a chi riconosce su di se alcuni o tutti i sintomi della pornodipendenza e vuole iniziare il cammino per liberarsene.

Di seguito alcuni link a siti di interesse.

 

One Response

  1. Pornodipendenza stop 16 giugno 2013

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *