Premi Oscar: Clooney e Pitt candidati. Tre i talenti italiani

Dopo il recente lutto dovuto alla morte del regista greco Angelopoulos,  il mondo del cinema è ora in fibrillazione per l’84 edizione degli Academy Awards, che si terrà oggi 26 Febbraio.

Nonostante la novità di quest’anno, ovvero la possibilità di candidare a miglior film ben 10 pellicole,  i film candidati sono in realtà solo 9. Eccoli di seguito:

  • War Horse, di Steven Spielberg: la tenera e significativa  storia d’amicizia fra un ragazzo ed il suo cavallo;
  • The Artist,  di Hazanavicius: una celebrazione del  cinema muto holliwoodiano di inizio Novecento;
  • Moneyball, di Miller, in cui ritroviamo un Brad Pitt dalla chioma fluente;
  • The Descendants, di Payne, con un George Clooney-uomo qualunque ben lontano dai suoi soliti cliché da star fascinosa;
  • Tree of life, di Malick;
  • The Help, di Tate Taylor: profonda storia di segregazione razziale;
  • Midnight in Paris, di Woody Allen, che tanto successo ha riscosso recentemente  anche ai botteghini italiani;
  • Hugo, di Martin Scorsese, con i due pluripremiati italiani Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo candidati rispettivamente a best product designer e best set decoration.
  • Molto forte, incredibilmente vicino, di Stephen Daldry: toccante film sulla tragedia dell’11 settembre.

Al momento, i favoriti sembrano essere Hugo e The artist, rispettivamente con 11 e 10 candidature.

Tra i candidati a miglior attore protagonista, invece, oltre ai popolari George Clooney e Brad Pitt, ci saranno anche Jean DujardinGary Oldman (il Sirius di Harry Potter).

Kenneth Branagh (anch’egli comparso nella serie di Harry Potter, nei panni del professor Allock) contenderà invece la statuetta del miglior attore non protagonista con Jonah Hill e Christopher Plummer.

Nella categoria delle migliori attrici protagoniste, invece, si prospetta molto interessante  la sfida tra la  Michelle Williams, neo-premiata ai Golden Globes,  e la veterana e pluripremiata Meryl Streep, con la Margareth Thatcher interpretata in The Iron lady.

Oltre ai film succitati, saranno i lungometraggi animati Kung Fu Panda 2, Puss In Boots (il Gatto con gli Stivali), Rango, GKIDS’ A Cat in Paris e Chico & Rita a contendersi la statuetta.

Proprio nel campo dei film di animazione troviamo il terzo italiano candidato ai Grammy Awards di quest’anno, ovvero Enrico Casarosa, arrivato al Kodak Theatre grazie al cortometraggio animato “La luna”, della Pixar.

Lo spettacolo del red carpet, quest’anno, si prospetta abbastanza divertente,  grazie alla conduzione di Billy Crystal: lo scorso anno, infatti, gli occhi da cerbiatto di Anne Hataway non hanno molto convinto.

In Italia, la premiazione potrà essere vista in diretta il 26 febbraio su Sky Cinema1HD, dalle ore 22.55, con Gianni Canova e Martina Riva in collegamento dal red carpet con Simona Ventura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *