Previsioni 16esima giornata Serie A

Alla fine niente sciopero nel calcio: la Serie A gioca. E allora proviamo a sbilanciarci con delle previsioni (esito secco, una sola chance) sulle partite della 16esima giornata. Manca solo Inter-Cesena perché i nerazzurri sono in Medio Oriente per il Mondiale per club.

PALERMO – PARMA: 1

Sembra che Marino abbia trovato la formula migliore per far rendere al massimo la sua squadra, ma è difficile che il Palermo sbagli due partite di seguito. La prestazione di Napoli è stata davvero di basso livello: ci si aspetta un ritorno al solito 4-3-2-1 e una risposta soprattutto dal tridente avanzato Ilicic – Pastore – Miccoli.

UDINESE – FIORENTINA: X

Dopo una falsa partenza, l’Udinese ha iniziato a correre, Di Natale ha ricominciato a segnare come l’anno scorso e la squadra si esprime come vuole Guidolin. Allo stesso modo, la Fiorentina dopo un inizio di stagione a rilento, soprattutto a causa di alcuni infortuni importanti che ancora affliggono i viola (sono fuori Frey, Natali, Pasqual, Montolivo, Marchionni, Jovetic e Gilardino), si è ripresa e anche fuori casa riesce ad ottenere risultati discreti. Pareggio presumibilmente con pochi gol.

GENOA – NAPOLI: X

Il Genoa è in lenta ripresa dopo l’arrivo del nuovo allenatore Ballardini, ma le assenze sugli esterni di Sculli e Palacio si fanno ancora sentire nella fase di creazione di gioco da parte dei genoani. Il Napoli sembra un carro armato soprattutto fuori casa quest’anno, ma l’assenza di Lavezzi, con conseguente collasso di almeno un paio di difensori su Cavani, potrebbe essere davvero nociva per i partenopei: per sbloccare la situazione, Mazzarri prova la carta Zuniga avanzato in un ruolo non proprio suo.

BOLOGNA – MILAN: 2

Grande momento di forma per i rossoblù, nonostante le disavventure a livello societario: discreto gioco e risultati importantissimi, grazie a un Di Vaio che non sbaglia un colpo. A Bologna però i favoriti sono necessariamente i rossoneri, almeno fino a che in campo ci sarà Ibrahimovic, spesso incontenibile per le difese italiane. Le assenze di Thiago Silva e Flamini potrebbero pesare, certamente non sarà una passeggiata per la capolista.

BRESCIA – SAMPDORIA: X

Il Brescia ha forse raccolto meno di quanto seminato fino ad ora. C’è il dubbio Caracciolo, non in ottime condizioni fisiche. Ma al di là di questo, sarà difficile per Diamanti & co. perforare la difesa doriana (la migliore della Serie A): in questo senso bisognerà verificare le condizioni del terreno di gioco del Rigamonti, che l’ultima volta erano al limite dell’impraticabile. I pericoli al pareggio dovrebbero arrivare più dall’altra parte, dove il cobra Pazzini è sempre in agguato, pronto a sfruttare anche la minima indecisione della coppia centrale formata da Zebina – Mareco (Martinez è squalificato…).

CAGLIARI – CATANIA: X

Da una parte non c’è Astori, ma potrebbe tornare Lazzari dal primo minuto, forse il giocatore decisivo per l’andamento della squadra sarda; dall’altra parte non c’è Mascara, ma Maxi Lopez prima o poi la butterà dentro… Se proprio volessimo dare un favorito daremmo il Cagliari perché in casa, ma la prima mezz’ora del Catania contro la Juve ci ha fatto vedere che la squadra di Giampaolo si sta avvicinando al bel giocattolo di Mihajlovic dell’anno scorso.

LECCE – CHIEVO: X

Al “Via del mare” non è facile per nessuno, e il Chievo ha appena subito una bruciante sconfitta allo scadere nel recupero di campionato al Dall’Ara. Ancora una volta optiamo per il pareggio, anche se un 1X ci avrebbe resi più tranquilli.

ROMA – BARI: 1

Il pronostico più scontato della giornata. Da una parte mancherà De Rossi squalificato, ma dall’altra le assenze (Parisi, Masiello S., Kutuzov, Barreto, Ghezzal, Castillo) hanno da qualche giornata costretto Ventura a schierare in attacco degli esordienti o dei centrocampisti avanzati. La Roma deve vincere questa partita in casa contro l’ultima in classifica.

JUVENTUS – LAZIO: X

E questa invece è la partita di cartello della giornata. Veramente da tripla lo scontro del posticipo di domenica sera, che potrebbe essere reso più interessante dal fatto che le squadre conosceranno giù il risultato del Milan a Bologna. Sia la Juve che la Lazio però si trovano più a loro agio nel lasciare fare la partita all’avversario, recuperare la palla in zona utile e colpire in velocità.

Ciononostante hanno anche ottime qualità tecniche. Occhio alla fascia sinistra della Lazio: proprio in settimana si è rotto il terzino sinistro titolare Radu e subito il caso ha voluto che i biancocelesti debbano affrontare l’esterno destro più pericoloso del torneo! Sarà importante il contributo che potranno dare Brocchi e Mauri in aiuto a Cavanda (o Garrido) nel contenere le accelerazioni di Krasic. Dall’altra parte occhio alla fascia destra della Juve: Sorensen sarà anche una bella sorpresa, ma non ha il passo per tenere un Mauro Zarate in ottima forma. Forse infatti giocherà Motta, a meno che Del Neri non recuperi addirittura Grygera.

Come al solito ci sbilanciamo: pareggio si spera ricco di gol.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *