Progetto Teseo, GPS a servizio della disabilità

La libertà di movimento e l’autonomia negli spostamenti sono principi universali ai quali nessuna persona dovrebbe rinunciare. Nasce da questo spirito e con l’obiettivo di allargarlo anche alle persone con disabilità il progetto Teseo presentato in queste settimane a Roma e realizzato da Altran in collaborazione con ACI e Roma Capitale.

Teseo è un dispositivo GPS in grado di localizzare e tracciare gli spostamenti di una persona all’interno del centro urbano. Grazie all’utilizzo della tecnologia GPRS inoltre sarà possibile visualizzare su una mappa gli spostamenti anche all’estero. Il dispositivo è in grado di memorizzare fino a tre numeri telefonici, inviare SMS simultanei e, per gli smartphone di ultima generazione, inviare direttamente una mappa con la posizione esatta da cui ci si sta collegando. Con progetto Teseo inoltre sarà possibile inviare in modo intuitivo richieste di soccorso in caso di emergenza comunicando in tempo reale la propria posizione.

Grazie a questo sistema, che, come la realizzazione di montascale o piattaforme per il superamento delle barriere architettoniche, si innesta all’interno di un progetto generale finalizzato al miglioramento della mobilità delle persone con disabilità, sarà possibile migliorare la sicurezza negli spostamenti e fornire ai loro familiari maggiore sicurezza. Attualmente il sistema è in fase di sperimentazione su un gruppo di anziani e su alcuni ragazzi con Sindrome di Down dell’Aipd. L’obiettivo del progetto è quello di estendere l’utilizzo del dispositivo Teseo a tutta la popolazione. A Roma, secondo alcune stime, sono infatti 40.000 le persone che avrebbero bisogno di questo tipo di assistenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *