Prova scritta di italiano: come superarla senza temi svolti, cartucciere con temi e altre diavolerie (1)

È semplice. Fatela voi. Scrivete quello che sapete.

Ecco alcune indicazioni pratiche per chi si troverà alle prese con la prova scritta di italiano all’esame di maturità.

1. Gestite bene il tempo

Non aspettate che l’ispirazione vi cada addosso. Pianificate le sei ore a disposizione e decidete quanto tempo dedicare alle diverse fasi.

2. Scegliete la prova

Forse avete già un’idea della prova che fa per voi. È bene ricordare alcune cose.

  • Nell’analisi del testo avete un testo da esaminare (anche tecnicamente). Avete anche linee da seguire e domande cui rispondere. Richiede una buona conoscenza della letteratura italiana.
  • Nell’articolo di giornale avete informazioni di partenza. Avete anche delle indicazioni (consegne) da osservare, anche di spazio.
  • Anche nel saggio breve avete materiale e indicazioni da seguire. A differenza dell’articolo, è più espositivo e argomentativo.
  • Col tema l’unico dato che avete è il titolo. Dovete perciò attingere alle vostre conoscenze e idee e alla vostra capacità espressiva.

3. Vedete la scrittura come un processo di costruzione

Immaginate di essere un artigiano che costruisce qualcosa (il testo) con strumenti che usa nelle diverse fasi (preparazione, scrittura, revisione).

Evitate di avere la pagina bianca davanti, riempitela di attrezzi e usateli. Vediamo come.

Nel prossimo articolo:

  • La prima fase: la preparazione (pre-writing)
  • La seconda fase: la scrittura (free-writing)
  • La terza fase: la revisione (re-writing).


No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *