Pubblica foto su FaceBook e perde assegno di malattia

Nathslie Blanchard su facebookIl fatto in questione è successo a Nathalie Blanchard, una ventinovenne canadese originaria del Quebec.

Da circa due anni, la compagnia assicurativa Manulife, emetteva in favore della donna un assegno mensile. A Nathalie era infatti stata diagnosticata una grave forma di depressione, che le aveva fatto perdere il lavoro presso l’IBM.

Gli ispettori della compagnia assicurativa hanno però trovato sul profilo facebook della Blanchard alcune fotografie per così dire compromettenti.

La ventinovenne è ritratta in situazioni in cui appare felice: mentre assiste ad uno spettacolo di spogliarello; mentre prende il sole su una spiaggia esotica; mentre festeggia il suo compleanno o passa il tempo con le amiche. Queste foto sarebbero la prova, secondo la compagnia assicurativa, che la Blanchard può tranquillamente tornare sul posto di lavoro. Da qui la decisione di sospendere l’assegno di malattia.

La donna si difende affermando che sul sito sono finite, ovviamente, le foto di quei rari momenti di felicità che ha passato negli ultimi anni, e che la depressione non l’ha comunque abbandonata. Il suo legale sostiene come tesi difensiva che le foto pubblicate su facebook non sono certo il modo migliore per stabilire lo stato psicologico di una persona. Molte persone sono intervenute a sostegno di Nathalie via e-mail.

La Manulife non ha prodotto una spiegazione chiara riguardo alla questione, limitandosi a dire che per i propri ispettori è prassi abituale indagare le condizioni psico-fisiche dei propri assistiti mediante il popolare social network. Ha inoltre precisato di essere in possesso di altre prove per giustificare il provvedimento preso ai danni di Nathalie Blanchard.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *