Quando si va in Piemonte. Il clima-i periodi migliori per una visita

Regione vasta e geograficamente varia, il Piemonte ha un clima che differisce molto da luogo a luogo, ma che è sostanzialmente di tipo continentale, con inverni freddi, estati assai calde, stagioni intermedie miti e gradevoli. Il lago Maggiore e il lago d’Orta hanno un clima più temperato, sia d’inverno sia d’estate. Le montagne, almeno al di sopra dei 600-800 m, sono caratterizzate dal tipico clima alpino, salubre e asciutto, fresco d’estate, con grandi precipitazioni nevose d’inverno.

Per queste sue caratteristiche, il Piemonte è forse la regione italiana per la quale è più difficile definire il periodo migliore per la visita. Tutte le stagioni, per un aspetto o per l’altro, sono favorevoli al turismo: l‘estate, per le villeggiature e le imprese escursionistiche e alpinistiche, l‘inverno, per gli sport invernali, sono senza dubbio i due periodi migliori per visitare le zone di alta montagna.

La pianura, il Canavese e il Biellese attraversano il momento più bello in primavera, quando la cerchia delle Alpi, più frequentemente visibile, ne forma lo sfondo magnifico, gli alberi da frutta fioriscono e il vento rende limpido il cielo. I laghi sono adatti a soggiorni primaverili (fino a metà giugno) e autunnali; in piena estate sono relativamente caldi e congestionati da una folla di turisti.

Le belle colline del Monferrato e delle Langhe si dovrebbero visitare in autunno, anche inoltrato (l’Estate di San Martino): in ottobre e in novembre il paesaggio si veste di vivi colori e ha inizio il miglior periodo gastronomico, soprattutto l’impareggiabile presenza dei tartufi; e questa è la stagione in cui gli straordinari vini della regione, in compagnia di eccellenti pietanze, risaltano al meglio.
Articoli correlati:

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *