“Quella casa nel bosco”: una ventata di freschezza per il genere horror.

Sedici anni fa usciva Scream di Wes Craven che portò una ventata di novità al genere horror. Da allora hanno girato tre sequel e l’horror è caduto in una spirale di remake e seguiti quasi tutti uguali e da cui non se ne esce più.

In “Quella casa nel bosco“, scritto dal creatore di Buffy e regista del prossimo “The Avengers”, Joss Whedon e diretto da Drew Goddard, esordiente alla regia dopo aver scritto “Cloverfield” e vari episodi di “Lost”, la trama è quella classica del gruppo di ragazzi che organizzano un weekend in una baita nei boschi, ma finiscono vittima dei maniaci-mostri di turno, ma Goddard e Whedon la farciscono di novità e rinnovano il genere.

“Questo film è una lettera d’amore all’horror – spiega il regista – è un film complicato, ma lascio che il pubblico decida sui diversi livelli di interpretazione. Noi siamo partiti con l’idea di raccontare una bella storia, lasciando che la complessità e la profondità di essa scaturisse da questo e non viceversa”.

Tra i protagonisti Chris Hemsworth, il Thor della Marvel scelto, a quanto pare, prima di interpretare il Dio del Tuono: “Abbiamo scelto Chris prima che fosse Thor, ma ho capito che sarebbe diventato una superstar non appena l’ho visto recitare. Una settimana dopo è stato scritturato in ‘Thor’. È stato fantastico vederlo proiettato nella stratosfera, perché se lo merita”.

“Quella casa nel bosco”, è distribuito in Italia da M2 Pictures; il debutto nelle sale cinematografiche era previsto per il 13 aprile, per poi essere posticipato al 20 aprile fino alla decisione definitiva caduta sul 1° maggio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *