“RICERCA SULL’INTELLETTO UMANO” DI HUME, alcuni temi riassunto.

Il libro tratta, a partire dall’analisi delle facoltà sensibile e intellettive umane e dei loro limiti di alcuni temi importanti quale la religione e i miracoli oppure la scienza newtoniana e quindi del compito e delle possibilità della filosofia in particolare della filosofia rigorosa e profonda: la filosofia scettica.
Hume stesso nelle sue affermazione è comunque piuttosto cauto, cautela che è in parte dovuta alla paura di censura dalla Chiesa in parte in quanto filosofo scettico è per natura ed ideale modesto cauto e dubbioso nelle sue pretese, evita insomma ogni dogmatismo. Esaminerò per ora enumerandoli solo alcuni temi del libro.

1)Le due differenti tipi di filosofia.Secondo Hume ci sono due tipi di filosofia: quella facile e ovvia e quella rigorosa e profonda, la prima è quella apprezzata generalmente dalla gente comune,si basa sul senso comune e non riguarda tanto questioni di verità ma questioni di morale, la seconda è quella che cerca di spingersi oltre al senso comune in cerca della verità cadendo però spesso in errore in quanto di per sé difficile.La filosofia rigorosa e profonda attuando prima una ricerca sui limiti e poteri dell’ intelletto ha però un grande compito quello di togliere dall’ umanità i dannosi pregiudizi che la infestano. La filosofia rigorosa e profonda è quindi spesso di difficile comprensione ma è normale che sia così in quanto tratta di argomenti complessi, invece bisogna combattere quelle astruserie che sono tali solo perchè nascondono ignoranza e pregiudizio.

2) Altro tema importante è quello dell’origine delle idee, distingue le percezioni della mente in impressioni ed idee:le impressioni sono le percezioni che abbiamo di un oggetto quando siamo a contatto con questo, nel presente; le idee sono invece il ricordo di queste impressioni. Le idee per quanto possano essere complesse(come l’idea di Dio) derivano quindi sempre dalle impressioni, anche quando ci immaginiamo un mostro o un centauro non facciamo che unire l’ impressione di essere umano con l’ impressione del cavallo.
Dimostrazione di ciò è che ad. es. un uomo che non abbia mai mangiato del pesce non può farsi un idea del suo sapore, o un cieco non può farsi idea dei colori.
Precedendo quindi di gran lunga la filosofia del linguaggio Hume afferma che per ogni termine filosofico verso quale noi nutriamo dei dubbi non dobbiamo fare altro che chiederci da quale/i impressioni esso derivi. Insomma per risolvere le dispute è anzitutto importante chiarire il linguaggio

3)La Causalità:
Hume come è noto critica l’ idea di causalità, o meglio critica l’ idea che la causalità abbia un origine nel ragionamento puro. La causalità infatti ha origine secondo Hume dall’ abitudine e dall’ esperienza, non è fondata però empiricamente: è in qualche modo un salto che il nostro intelletto fa,è chiaramente molto utile praticamente ma razionalmente e teoricamente dobbiamo perlomeno stare attenti a inferire relazioni causali perchè possono ingannare soprattutto nelle questioni complesse, per es(una questione semplice) dire che: tutte le volte che ho messo la mano sul fuoco mi sono bruciato, è qualcosa di dimostrato ma dire: tutte le volte che metterò la mano sul fuoco mi brucerò, è già fare un passo in avanti, un salto non giustificato razionalmente. Siamo come gli animali e i bambini anche loro non mettono la mano sul fuoco perchè per esperienza sanno che brucia, ma non giustificano ciò razionalmente, se non argomentando con l’ uniformità della natura che dice che da oggetti simili deriveranno effetti simili.

Russell esemplifica facendo l’ esempio del tacchino induttivista -in breve- un tacchino che riceve ogni giorno da mangiare alle 7:00 dal padrone inferisce ogni giorni il padrone gli porterà da mangiare alle 7:00, ma quella mattina è il giorno del ringraziamento e il tacchino viene fatto arrosto. Noi potremmo essere nella stessa situazione del tacchino sia riguardo alla scienza e le sue leggi che potrebbero anche cambiare un giorno, sia quando facciamo inferenze troppo facilmente. A mio parere è un avvertimento per esempio quando si parla dei fatti storici, nel caso dello scoppio della prima guerra mondiale si parla della causa di tale scoppio ma bisogna stare attenti appunto a non fare facile inferenze causali(ad es. nell’ asserire che è stato a causa dell’ uccisione dell’ arciduca Francesco Ferdinando da parte di Gavrilo Princip), insomma la causa certa non la conosciamo mai. Per Kant è addirittura una semplice categoria della nostra ragione, quella di relazione.

4) Il tema della religione : in breve per Hume la religione, in particolare quella cristiana è una superstizione, argomenta che non ci sono prove dell’ esistenza di Dio inteso come essere perfetto, buono e onnipotente, ad. esempio derivare un Dio perfetto dalla sua crezione il mondo non è possibile(in breve, nel libro la questione è più approfondita) in quanto non ci sono le proporzioni, il mondo è imperfetto e non è totalmente buono, perciò non possiamo derivare dal mondo un essere perfetto.Insomma anche il fatto di derivare una vita futura e un mondo futuro meraviglioso e perfetto da cosa mai può derivare?? semplicemente dalla fervida immaginazione risponde Hume non di certo dall’esperienza.

5)Hume conclude l’opera parlando dei diversi tipi di scetticismo, e dicendo in particolare che bisogna essere consapevoli dei limiti della ragione, e poichè non riusciamo a dare una ragione sufficiente del perchè il fuoco bruci o una pietra cada neanche dopo mille esperimenti, non andiamo a fare astruse ricerche sull’origine dei mondi e alla situazione della natura per l’ eternità:-“…Contiene qualche ragionamento astratto sulla quantità o sui numeri? NO. Contiene qualche ragionamento sperimentale su questioni di fatto e di scienza? No. E allora, gettiamolo nel fuoco, perchè non contiene che sofisticherie ed inganni.(Ricerca sull’ intelletto umano,Hume)

Argomenti che non ho trattato qui ma che sono importanti sono 1) i diversi tipi di scetticismo 2) sui miracoli
3) libertà e necessità 4) la probabilità

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *