Rio de Janeiro, fa irruzione a scuola e spara: 13 vittime

Momenti di puro terrore quelli vissuti in una scuola media di Rio de Janeiro, nel quartiere di Realengo.

Un ragazzo di 23 anni ha fatto irruzione nella scuola e ha cominciato a sparare all’impazzata contro gli alunni.

Il triste bilancio di questo folle gesto parla di 13 morti e di una ventina circa di feriti. Il giovane killer, Wellington Menezes de Oliveira, dopo aver seminato il panico ha deciso di suicidarsi.

La strage ha avuto luogo questa mattina nella scuola comunale “Tasso da Silveira”, dove alle 8 del mattino l’omicida si è presentato munito di giubbotto antiproiettile e ben due pistole calibro 38. L’assassino, che era in tenuta militare, ha iniziato a sparare all’impazzata, seminando morte e terrore tra gli alunni dell’istituto.

Accanto al corpo del giovane assassino è stata trovata una lettera molto confusa in cui parla dell’Islam. Secondo la sorella ,il giovane omicida era un tipo solitario, non aveva amici e già da tempo manifestava segni di squilibrio mentale.

Tra i feriti, dieci sarebbero in condizioni disperate, mentre una quindicina sarebbe ferita in modo lieve e non in pericolo di vita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *