Roma: due giovani nomadi arrestate per furto

Sono scattate le manette, stamattina, a Roma, per due giovani nomadi di 16 e 17 anni, pregiudicate, che vivono nel campo nomadi  di Castel Romano.

A sorprenderle sul fatto sono stati proprio i  carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto, che stavano svolgendo un’operazione rivolta ad evitare fenomeni di furto e borseggio, proprio nel centro della capitale.

Le borseggiatrici sono state fermate alla stazione Termini dai militari, proprio nel momento in cui avevano sottratto  il portafogli ad un turista.

Le nomadi sono state prontamente bloccate dai carabinieri in quanto quest’ultimi avevano,nel frattempo, assistito alla scena delittuosa.

Il bottino del furto è stato recuperato e consegnato al legittimo proprietario. Le giovani delinquenti, invece, sono state portate in un centro di prima accoglienza di Roma.

Ora le nomadi sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria Minorile e sono accusate di furto aggravato.

E’ possibile che in una nazione che si reputa civile e attenta allo sviluppo dell’integrazione tra cittadini e stranieri, si debba assistere ancora a tali episodi? Forse sarebbe opportuna una nuova regolamentazione,anche a livello legislativo,  che preveda un maggior controllo dell’afflusso di immigrati in Italia, per garantire maggior sicurezza agli italiani e per evitare viaggi inutili agli extracomunitari.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *