Sampdoria-Juventus: 29° giornata serie A

Magica Samp…. Magico Cassano…. Serata magica per Cassano e compagni, così titolavano i quotidiani sportivi genovesi l’indomani della vittoria di marassi dei Blucerchiati ai danni della Bianconeri.

Una grande vittoria della Sampdoria e un’altra brutta sconfitta per la Juventus dopo la caduta in Europa League, un’altra  brutta prestazione una altra brutta figura dei bianconeri allo stremo delle forze senza aver nemmeno provato a fare qualcosa per far pendere dalla propria l’ago della bilancia.

Una bilancia su cui cassano con quel gran ed inaspettato tiro ha messo un macigno insormontabile per un squadra cosi in palese difficoltà come la Juve per cercare di penetrare la lucida e precisa difesa blucerchiata che non ha concesso niente più che un tiro dalla distanza al solito capitano Del Piero che è sembrato l’unico ad averci per lo meno provato. L’Unico di una squadra che ormai ha ben poco di quella che si poteva definire vecchia signora, in difficoltà, cosi in difficoltà che riesce difficile perfino pensare di  trovare una soluzione una soluzione a cui nemmeno  i giocatori stessi ieri sul campo di marassi sembravano credere.

Mercoledì si rigioca,subito, senza il tempo di pensare a ciò che si è fatto , o non fatto, e non è una partita normale che ti può aiutare a risollevarti, è la squadra sbagliata che arriva nel momento sbagliato. Già la Roma, e per di più la Roma di Ranieri, quell’ allenatore cacciato frettolosamente da una dirigenza bianconera troppo sicura di se e troppo scontenta di ciò che si stava facendo al comando di quella Juve e del suo progetto, che però  in confronto a quella di oggi era una corazzata per mentalità, fisicità e  gioco.

Un Ranieri  che ora si sta togliendo parecchi sassolini dalle scarpe e che mercoledì  può toglierne uno davvero grande, perche lui sta facendo lo stesso di una stagione fa con una Roma quasi data per spacciata a inizio stagione dopo l’addio di Spalletti, e che invece, ora solida e brillante può inventarsi grandi giocate e può giocarsi lo scudetto  anche con l’assenza di Capitan Totti.

Una partita che vede una squadra strafavorita ,anche se in  trasferta e tra le mura bianconere, certo tutto è possibile nel calcio, e allora, rimettiamo il verdetto al solo ed unico giudice, l’Olimpico di Torino, sperando ci regali  un grande spettacolo dentro e fuori dal campo.

One Response

  1. gnumina 23 marzo 2010

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *