Samsung Galaxy Tab: la versione corretta dell’iPad

Dopo l’Apple iPad, Samsung lancia il suo Tablet: il Samsung Galaxy Tab. Sembra proprio che la casa coreana abbia studiato tutti le mancanza della tavoletta Apple.

Innanzitutto, è importante considerare il peso del Samsung Galaxy Tab e quindi la sua portabilità: 380 grammi contro 680 ha quindi il vantaggio di poterla avere sempre in tasca grazie anche alle sue modeste dimensioni 190,09×120,45×11,98 millimetri. Inoltre ha ben due fotocamere, una frontale, l’altra posteriore 3 megapixel e ampio display touch da 7 pollici (quello Apple 9,7).

La Tavoletta Samsung funziona grazie al sistema operativo Android, la piattaforma Google, il supporto ad Adobe Flash Player in grado di riprodurre qualsiasi tipo di file audio e video e una connettività che fa sì che la tavoletta si trasformi in cellulare.

Può il Samsung Galaxy Tab quindi inviare SMS mms e attraverso un auricolare si possono effettuare chiamate e videochiamate. E come se non bastasse ha addirittura una memoria espansibile.

Potrebbe essere definito quindi anche come uno smartphone. Ha connettività WI-Fi e Bluetooth 3.0, UMTS/HSDPA, ma una pecca c’è. La mancanza porta microUSB! Infatti al posto della classica connessione microUSB, (standard dell’Unione Europea)è presente una nuova porta accessori molto simile a quella dei device di Apple.

I consumatori dovranno quindi acquistare un cavo specifico a parte. Cosa ancor più importante, è multitasking per cui è possibile avere diverse applicazioni attivabili contemporaneamente. Tra le applicazioni preinstallate sul Galaxy Tab troviamo inoltre Music Hub, per gestire e acquistare musica.

Ovviamente, è possibile accedere al Market di Android, non così vasto come l’App Store di Apple, ma tuttavia ricco di tante nuove applicazioni per il Samsung Galaxy Tab. A 699 euro può essere acquistata la versione da 16 Gb del nuovo Samsung Galaxy Tab, il quale è in vendita anche con l’operatore telefonico Wind.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *