Sarah Scazzi: fratello e nipote Misseri lo avrebbero aiutato

sara scazzi-sabrina- misseriLe notizie di un nuovo colpo di scena nel caso di Avetrana, la cittadina della Puglia diventata famosa questa estate per l’omicidio della quindicenne Sarah Scazzi, sono arrivate alle redazioni dei giornali nella mattinata.

Sono stati arrestati il fratello e il nipote di Michele Misseri, Carmine Misseri e Cosimo Cosma , con l’accusa di aver aiutato Michele a nascondere il corpo della piccola Sarah in fondo al pozzo, dove è stata ritrovata dopo la confessione di Michele Misseri che, in un primo tempo si era assunto la responsabilità dell’omicidio.

Da tempo ci si attendeva il coinvolgimento di altri familiari dei Misseri nel delitto commesso ai danni della povera Sarah, ma molti si attendevano che se ci sarebbe stato un altro arresto, sarebbe stato quello di Cosima Serrano Misseri, la moglie di Michele e madre di Sabrina Misseri.

L’arresto di oggi stupisce perchè ai due, oltre alla misura della custodia cautelare a oltre sei mesi dai fatti, è impedito di parlare con i propri avvocati fino a momento dell’interrogatorio di garanzia.

Sin dai primi momenti si è visto che il caso di Sarah Scazzi aveva coinvolto in una serie di vicende collaterali anche alcuni degli avvocati che si occupavano del caso, e ci si potrebbe chiedere se questo genere di custodia cautelare così pesante non sia legata proprio al modo di agire che hanno avuto alcuni degli avvocati . (Fonte: corriere.it)

One Response

  1. annapia giuliano 4 marzo 2011

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *