Sarah Scazzi, l’arma del delitto è una cintura!

Sarah ScazziAvetrana, nuove rivelazioni di Michele Misseri. Dall’ interrogatorio di ieri, sarebbe trapelata la notizia che l’arma del delitto usata da Sabrina per uccidere la cugina, è una cintura.

Oggi  Misseri avrebbe fatto trovare le chiavi di Sarah che furono nascoste  in un albero vicino al pozzo dove fu ritrovato il corpo. Michele avrebbe  indicato una corda trovata  nell’ auto della moglie che sarebbe stata usata per calare il corpo dentro il pozzo, ma che non risulterebbe essere l’arma del delitto.

L’ uomo avrebbe riferito come arma del delitto una cintura, cambiando le sue precedenti confessioni in cui avrebbe sempre detto che era stata usata una corda per strangolare la piccola Sarah.

I militari dopo circa quasi quattro ore di controlli nella casa di Misseri, sarebbero usciti con delle buste contenenti probabilmente  le cinture di Michele Misseri, che saranno sottoposte a controlli da parte del R.I.S.

Ecco una frase che sarebbe stata riferita dall’ uomo nella sua confessione: “Quel giorno io stavo riposando ed anche mia moglie riposava,  arrivò Sabrina e mi disse di scendere  nel garage, dove trovai Sarah morta, con al collo la cintura, io le dissi non ti preoccupare mi prendo io tutte le colpe”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *